Portami lontano da qui - Album 2013

by HOBOPHOBIC

/
  • Streaming + Download

     

about

Album 2013 - Portami lontano da qui

lyrics

RICOMINCIAMO DA QUI
Ricominciamo da qui,
da eccessi confusi e società distorte
che affondano in torrenti marci
la vita che scorre su fili di lame taglienti
insieme!
a danzar immuni
su cumuli di specchi rotti
mentre il vecchio mondo cade a pezzi…
cade a pezzi!
Le verità…
Rinchiuse in cristalli di ghiaccio che fonde
in personali sensazioni
a dissolversi nel vento
che non si perda mai
la voglia e il momento per restarci accanto
ed io non posso che dirti….
Ricominciamo da qui
perché da qui si vede il fondo
perché da qui si ricomincia a sognare
cercando di non smettere mai
da qui, perché da qui si arriva in fondo
perché da qui si ricomincia a lottare
cercando di non smettere mai…Mai!
Non dimentichiamo quel che è stato
e quel che ci unisce,
ricominciamo da noi stessi
dai nostri spazi conquistati..
per continuare a lottare….
cercando di non smettere mai!
Cercando i nostri sogni in chissà quale cassetto,
un altro giorno che passa che passa
un’altra luna sé né andata e noi
a danzar immuni su cumuli di specchi rotti
mentre il vecchio mondo
cade a pezzi…cade a pezzi!
Ricominciamo da qui!

PRIMA O POI FINIRA’
Cerco di rivedere dentro
Un eccesso ciò che resta di noi,
frastuona e ci rimbomba contro
maledetta sensazione che attraversa!
fuggono gli sguardi dalle città
qualcuno ha ucciso per niente o poco più
anime svendute nella peggior cattività
e adesso piangi perché subiamo la realtà…
Maledetta sensazione che attraversa
come sempre tutto tace, tutto è sempre uguale
pagine su pagine di storia la nostra
inchiostro come sangue
piangi! Piangi pure finché puoi
ed è triste ritrovarsi come rondini d’inverno
fingendo di non provar
l’amaro sapor della sconfitta…..
Ma, delle vostre città
rimarrà soltanto il vento che le attraversa
prima o poi finirà…prima o poi finirà
la nostra complicità,
il ricordo di quanto abbiam potuto amare
Basta ti prego lasciami stare
Prima o poi Finirà!

IN VOLO
Tutto sembra essere mai nuovo
come se tutto ci sfiorasse
tutto forse è ancora niente.
sono qui adesso!
Cammino a mezz’aria tocco il fondo
Fragile! Nessun posto è irraggiungibile
I miei piedi come radici
Aspetto, aspetto…
aspetto qualcosa che forse non verrà mai
che ferisce e ama come nessun altro
che ferisce e ama come nessun altro!
Come un volo leggero che uccide
aspetto qualcosa che forse non verrà mai!
Aspetto, rifletto, resisto
affondo le unghia affilate nel petto
non riesco a pensare, non riesco a capire
il momento giusto, il modo di agire!
Ora lo vedo riflesso
la rabbia, il mio amore che brucia e per questo
adesso è tutto più semplice…semplice!
Come un volo leggero che uccide
aspetto qualcosa che forse non verrà mai. Mai!

TUTTO IN UNA NOTTE
Tutto in una notte
da consumarsi in fretta
ciascuno paghi il suo
col sapore di vendetta
vittime e complici
dell’impoverirsi inesorabile…
ad ognuno il suo! ad ognuno il suo!
Tutto in una notte
niente è perso per rifarsi
ciascuno paghi il suo
perché piove senza fermarsi
vittime e complici
nell’incapacità di amare
ad ognuno il suo
tutto in una notte!
Ci riprendiamo tutto
automi per non morire
morti perché non siete vivi…
Portami lontano da qui!
Che confusione…
riflesso di notti insonni
noi complici
contro questo dannato mondo
che ci stringe e che ci opprime!
Portami lontano da qui….
trascinami via per non pensare
per non strapparmi il cuore
per non strapparmi il cuore!
Che confusione…
riflesso di notti insonni
noi complici
contro questo dannato mondo
che ci stringe e che ci opprime!

CIO’ CHE RIMANE
Ci scorre addosso la vita
con istanti di rabbia
altri di gioia infinita
intanto cambi pelle…
come i serpenti nel cuore
i battiti si fanno frequenti
e colpiscono ancora
quel che ho vissuto
quel che m’è rimasto dentro…
quel che m’è rimasto dentro!
Non smetto, non mollo, non voglio fermarmi…
A calci e pugni in faccia
a calci e pugni in faccia
saprò liberare…le grida!
Tra queste quattro mura
la voglia di rivalsa
la vita vissuta senza paura…senza paura!
Ciò che rimane
Sono cumuli di macerie
non c’è niente da distruggere
niente che possa ricostruire…
senza voltarsi indietro!
Ciò che rimane
è rinchiuso dentro me
non c’è spazio
per inutili sensazioni
le mie guerre senza tempo,
il mio corpo in poco spazio!
Ciò che rimane….solo cumuli di macerie
Cumuli di macerie!!

COME L’ACCIAIO CHE RESISTE
Ricordo giorni e bisogni
di risate scontri e sogni
adesso è diverso perverso
le nostre vite
amare scontate, mai fallite
noi qui ancora in piedi
con ferite aperte,
sgorga sangue amaro
ignaro il futuro tra passato e presente
cerchiamo quel che ancora non è perso!
Come l’acciaio che resiste
è il mio cuore che resiste
fra sogno e realtà
di desideri che corron via lontano!
Noi qui ancora in piedi
per sentieri non ancora percorsi
a nutrirci dell’esistente
dell’odio che ci circonda
dell’odio che ci circonda…
Come l’acciaio che resiste
è il mio cuore che resiste
fra sogno e realtà
di desideri che corrono via lontano!

credits

released February 26, 2014
Questo disco è stato registrato al SUD-EST STUDIO di Stefano Manca a Guagnano (LE) dagli HOBOPHOBIC e mixato da Fabrizio Giannone nell’estate del 2011. Il mastering è stato fatto dal WEST - WEST SIDE MUSIC STUDIO di Chicago U.S.

tags

license

about

HOBOPHOBIC Taranto, Italy

Band from Crispiano (Taranto), South Italy.
HARDCORE SINCE 1996

Luca: guitar and voice
Gigio: Drum and voice
Giggò: Guitar
Carmine: Bass and voice

contact / help

Contact HOBOPHOBIC

Streaming and
Download help